Roma 2 giugno 2020

Piazza Venezia – Altare della Patria, il Tricolore è alzato.

Chi ci ha visto finiti, chi ci ha dati per spacciati, chi ci ha chiuso le porte, chi ci ha negato gli aiuti per poi speculare e strangolarci, chi ci ha tolto la Libertà, chi ci tratta ancora come appestati, chi pensa cavalcando l’emergenza di calpestare il Popolo Italiano ed il Tricolore che lo rappresenta e la nostra Costituzione.

Non siamo finiti, non siamo divisi e nonostante tutto, uniti ed in piedi. Come il Nostro Presidente ha detto:

“Sono fiero del mio Paese, nella tragedia ha mostrato il suo volto migliore. Ma adesso serve l’unità morale che fu il cemento della rinascita nel Dopoguerra e che viene prima della politica”

Le parole del nostro Inno Nazionale recitano”… siam pronti alla morte…” e lo abbiamo dimostrato, oltre 33000 morti lasciati sul campo, non ce lo aspettavamo… ma li abbiamo sepolti uno ad uno… ma siamo ancora qui, in piedi, feriti nel corpo, negli affetti, nei nostri Diritti Costituzionali, nell’orgoglio ma non sconfitti.
Noi siamo i Volontari di noi stessi e del Nostro Paese, l’orgoglio è la nostra divisa, il coraggio la nostra corazza, sporchi è infangati, dalle nostre macerie ci rialziamo sempre.

Ma siamo ancora qui ad alzare il Tricolore…

 

 

2 giugno – Festa della Repubblica Italiana

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi