Roma 30 maggio, è dal pomeriggio di ieri che la Capitale è sotto una pioggia battente che ha creato numerosi disagi alla circolazione, diverse zone della città hanno subito allagamenti che non ricordavamo da mesi.

Eravamo in quattro fuori dall’ufficio, abituati oramai ad uno stile estivo e sportiveggiante, quando siamo stati costretti a chiudere le giacche con le faccine strette e la mascherina che nascondeva la tipica smorfia alla “… fa proprio freddo…”, potevamo capire la pioggia dal cielo grigio piombo ma il brusco calo di temperatura è stata la sorpresa aggiuntiva.

In particolare, nella zona nord di Roma, si è avvertita una brusca diminuzione di temperatura, anche a causa di un’improvvisa grandinata.
Solo ora, alle luci dell’alba sembra rallentare la pioggia ma meglio non farsi illusioni, le sorprese sono sempre in agguato. Siccome siamo sempre ottimisti… meglio l’acqua al polpaccio che alla gola!

Diversa la situazione sul litorale romano. Ieri, una tromba d’aria visibile per chilometri, da Fiumicino fino a Ladispoli, è apparsa a sorpresa come avevamo visto solo nei film catastrofisti, in particolare Fregene ha avuto il brivido maggiore ed il posto in prima fila sull’attenzione pubblica.

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi